mercoledì 29 ottobre 2008

Progetto Album. A futuro segreto

/Ma le sirene hanno un’arma ancora più terribile del loro canto, ed è il loro silenzio. Non è mai accaduto, ma forse non è del tutto inconcepibile, che qualcuno si possa salvare dal loro canto, ma dal loro silenzio certo no./

Franz Kafka



Foto: Emanuela Bartolotti©

Dopo le esperienze di Giardino Babele e dopo le numerosissime mostre personali ospitate in questi anni, il Kismet torna al linguaggio dell’arte, con un progetto specifico. Si chiama Album. A futuro segreto e si presenta come proposta collettiva, un invito agli artisti a cimentarsi col tema stesso della stagione 08/09, appunto “a futuro segreto”. Tra luglio e settembre giovani e meno giovani rappresentanti dell’arte pugliese e nazionale sono stati invitati a proporre una loro riflessione sul tema in questione e, fra immagine e parola, ciascuno ha scelto un testo da cui partire per la propria riflessione visiva.
All’appello hanno risposto in tredici: Paolo Guido, Tiziano Serra, Giovanni Matteo, Giuseppe Teofilo, Emanuela Bartolotti, Valentina Vetturi, Lea Caputo, Luigi Mastromauro, Paolo Pandullo, Carlo Michele Schirinzi, Margherita Ragno, Nico Viso Angiuli e Pia Livia Di Tardo.

Brani di Ian McEwan, Friedrich Nietzsche, Murakami Haruki, Antonio Gramsci e Fernando Pessoa sono alcuni di quelli scelti dagli artisti come punto di inizio della loro ricerca sul futuro. E ad arricchire ulteriormente il progetto si inserisce anche l’installazione U – Turn del collettivo Stalker, un atlante delle esperienze che fa ricorso ai Ching, il gioco del Tao cinese con il quale si può interrogare il futuro e la cui conclusione si avrà il 22 aprile.

Teatro Kismet OperA, Bari
info@teatrokismet.it
www.teatrokismet.org

0 commenti:

 
Blog Template by Delicious Design Studio